sei su una pagina della scuola secondaria
Vai direttamente ai contenuti principali


AGENDA SCUOLA

Gli appuntamenti della nostra scuola. Visualizza il calendario completo [n](link esterno)

logo del calendario della scuola - sito esterno google calendar

MOTORE DI RICERCA

logo del motore di ricerca google


BUSSOLA DELLA TRASPARENZA

Rispetto delle linee guida del dlgs 33/2013(link esterno)

Bussola della Trasparenza

ACCESSIBILITA'

Rispetto dei criteri di accessibilità DM 20 marzo 2013 (link esterno)

WCAG 2.0 (Level AA)

PUBBLIACCESSO

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.

Logo attestante il superamento, ai sensi della
Legge n. 4/2004, della verifica tecnica
di accessibilità.

sei su scuola secondaria----progetti------La Mongolfiera

La Mongolfiera

Sono ormai otto anni che La Mongolfiera vola nei cieli di Chioggia. Ogni tre anni cambiano i viaggiatori all'interno della navicella, ma la voglia di ricercare, osservare, descrivere e interpretare rimane sempre la stessa.

Per non parlare, poi, dell'entusiasmo, tipico dei ragazzi, di dialogare con la città per conoscere la sua storia attraverso l'analisi di documenti rari e preziosi, custoditi nell'archivio storico "Dino Renier" e la consultazione di un'accurata bibliografia nella biblioteca civica "C. Sabbadino".

Un viaggio nel tempo molto particolare che ci fa scoprire di volta in volta una semplice verità: dietro il piccolo mondo in cui ciascuno di noi vive non c'è un'astratta comunità, ma la storia, anzi tante storie, di persone semplici ed umili in correlazione con vicende politiche, economiche e giudiziarie più grandi di loro.

Che cos'è, dunque, La Mongolfiera?

E' il laboratoro di storia delle classi del prof. Carmelo Genovese, che ogni anno scolastico, grazie alla collaborazione della prof.ssa Laura Vianello, della dott.ssa Maria Grazia Bevilacqua, responsabile dell'archivio storico, e della dott.ssa Fulvia Scarpa, della Biblioteca Civica, presenta alla città in Salone Consiliare la ricerca svolta, dove c'è tutto l'amore per la nostra Chioggia che ha bisogno per il suo futuro di giovani sempre più consapevoli della propria appartenenza culturale.

La Mongolfiera anno scolastico 2008 - 2009

immagine copertina anno 2008 - 2009

Eccoci, anche quest’anno scolastico 2008 - 2009 il Laboratorio di Storia “La Mongolfiera” della classe 1C della Scuola Media Statale Pascoli – Galilei, plesso Galilei, presenta alla CITTA’ il secondo volume“ Chioggia racconta”.

I nuovi viaggiatori del pallone aerostatico, 25 ragazzi pieni di entusiasmo, hanno dialogato con il territorio nella ricerca e nella valorizzazione dei segni del passato. Si sono sforzati di capire i mutamenti e le trasformazioni avvenuti nel corso del Medioevo, diventando così più consapevoli delle proprie radici che li renderanno più sicuri nel progettare non solo il loro futuro, ma anche quello della nostra città.

La Mongolfiera è volata nei cieli di Chioggia; si è diretta verso l’Archivio Storico “ Dino Renier” e la Biblioteca Civica “ C. Sabbadino”, che rappresentano le fondamenta da cui partire per esplorare la Storia, quella con la S maiuscola.

Grazie alla ricerca dei documenti in Archivio, alla possibilità di costruire una bibliografia e consultare diversi libri in Biblioteca, i novelli esploratori sono stati messi nella condizione di conoscere, utilizzare e seguire una metodologia di lavoro che è alla base di ogni indagine storica.

Al centro dell’attenzione di “Chioggia racconta” , ci sono il territorio e le trasformazioni che la nostra comunità ha apportato nel tentativo di vincere la precarietà, rendendo più sicure le sue conquiste, e di ricavare le risorse necessarie alla sopravvivenza.

Durante la traversata è stato possibile ammirare non solo il lido con le dune, vasti specchi d’acqua tra mare e laguna, grandi corsi d’acqua, paludi e boschi ma anche orti, vigneti e saline creati dall’industriosità di una gente semplice, umile, pronta sia ad accogliere quanti fuggivano dalla ferocia dei barbari, sia a reagire alle calamità e a modellare con un lavoro duro e faticoso un ambiente così particolare.

La Mongolfiera ha dovuto affrontare diversi ostacoli superati grazie alla tenacia dei piccoli viaggiatori.

Si ringrazia la Dott.ssa Maria Grazia Bevilacqua, responsabile dell’Archivio Comunale sezione storica “ Dino Renier”, per la gentilezza e la pazienza nel seguire le nostre evoluzioni.

Rivolgiamo un grazie sincero alla Dott.ssa Fulvia Scarpa della Biblioteca Civica “ C. Sabbadino” per la ricerca della bibliografia.

Gratitudine immensa va alla redazione di Nuova Scintilla per l’elaborazione grafica e un riconoscimento particolare alla Professoressa Laura Vianello, che ha creduto sempre negli obiettivi del progetto e con la sua presenza ha permesso a questo pallone di volare con sicurezza.

Il Professore Carmelo Genovese

Visualiza le immagini della pubblicazione completa [e]

 

torna all'inizio

La Mongolfiera anno scolastico 2007 - 2008

immagine copertina anno 2007 - 2008

La ricerca “ Chioggia e La Grande Guerra – anni 1914-1915” è il lavoro del Laboratorio di Storia “ La Mongolfiera” della classe 3 C della Scuola Media Statale Pascoli- Galilei, plesso Galilei.

Anche quest’anno il nostro pallone ha viaggiato nel tempo con il sincero entusiasmo dei passeggeri, che, con un anno in più e con gli occhi dell’adolescenza, hanno rivissuto la Storia, con la S maiuscola, anzi tante storie di persone semplici ed umili, che gli avvenimenti hanno messo di fronte al primo grande conflitto del 1900.

Si trattava di una guerra diversa dalle altre e di dimensioni mondiali dal momento che protagoniste erano potenze con interessi economici in tutto il mondo e illimitate risorse industriali, grazie alle quali erano in grado di mettere in campo armamenti di ogni genere, gas tossici ed esplosivi in quantità enorme.

Il progresso scientifico e industriale, che avrebbe dovuto aiutare l’uomo nei piccoli problemi quotidiani, non gli sorrideva più, ma mieteva distruzioni e morti da far rabbrividire.

Da tutto ciò si può capire come la navigazione nei cieli di Chioggia non sia stata molto semplice.

Ci siamo imbattuti nei primi aerei e nei dirigibili; abbiamo visto nel nostro porto i mas, le torpediniere e in alto mare i sommergibili e le grandi navi da battaglia.

Ci siamo trovati a contatto con le postazioni di osservazione antiaerea nei campanili; non abbiamo mai sentito il suono festoso delle campane, che ci aveva sempre accompagnato nei precedenti viaggi.

Siamo stati a stretto contatto con la miseria e la disperazione dei profughi, per non parlare del dolore e della tristezza nell’osservare i feriti ricoverati in ospedale o i funerali lungo le vie cittadine di quegli eroi, che avevano sacrificato la vita per la propria patria.

Adoperando le parole del sindaco del tempo, Avv. Pietro Bellemo, abbiamo scoperto che Chioggia non aveva fatto “ accademia”, ma aveva donato “ sangue”, inteso non solo come sacrificio estremo dei suoi figli, ma anche privazione, rinuncia e disagio.

In poche parole i ragazzi hanno toccato con mano, attraverso la lettura dei documenti, cosa significhi veramente un conflitto mondiale e quanti patimenti abbia dovuto affrontare la città.

Certamente per i giovani viaggiatori, immersi e impegnatissimi nel presente, deve essere stato un trauma imbattersi non in venti ostili, ma nella sofferenza, che è entrata nella loro dimensione emotiva e intellettuale di vita.

Hanno imparato, attraverso la ricerca, a fare Storia e hanno compreso sia di farne parte sia di dover assumere, col tempo, responsabilità per raggiungere orizzonti sempre più vasti.

Naturalmente si ringraziano la dott.ssa Maria Grazia Bevilacqua, responsabile dell’Archivio Comunale Sezione Storica “ Dino Renier”, il Dott. Sergio Piva dell’Archivio Diocesano, e la dott.ssa Fulvia Scarpa della Biblioteca Civica “ C. Sabadino” per la loro disponibilità nel seguirci durante un viaggio così avventuroso.

Un grazie sincero al Tenente di Vascello Baici della Capitaneria di Porto che, ci ha fatto conoscere la Marina Militare, al Prof. A. M. Scarpa, prezioso per le sue conoscenze, ed infine ai Signori Aldo Bullo e Giorgio De Bei, rispettivamente Presidente e Vice Presidente dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, per i loro consigli.

Gratitudine immensa vanno alla redazione di Nuova Scintilla per l’elaborazione grafica e alla prof.ssa Laura Vianello per aver facilitato il nostro viaggio.

Prof. Carmelo Genovese

Visualiza le immagini della pubblicazione completa [f]

 

torna all'inizio

La Mongolfiera anno scolastico 2006 - 2007

Immagine copertina anno 2006 - 2007

Le rotte del commercio marittimo nei secoli XV - XVIII

Mercanzie trasportate

I naufragi lungo le coste della Podesteria di Chioza

Le cause

Le testimonianze

Visualiza le immagini della pubblicazione completa [g]

 

torna all'inizio